In che modo rimettersi in piedi in seguito ad aver fallito

La motivazione consiste essenzialmente nel stimolare le persone affinché lavorino nella direzione desiderata per raggiungere gli obiettivi desiderati. Come rimettersi in piedi dopo aver fallito

In quale modo rimettersi in piedi dopo aver fallito

Come rimettersi in piedi dopo aver fallito

La sconfitta non è in nessun caso permanente. La storia è ricca di esempi di uomini e donne che hanno trionfato su varie sconfitte per approdare i loro sogni di vita. Ciò che tante ragazzi non hanno saputo è che venire sconfitti non è la fine delle tue aspirazioni, ma il tuo momento di inizio. Numerosi di noi potrebbero pensare che sto distribuendo piatti di ottimismo poco pratico il quale non ha posto nel nostro universo attuale. Nondimeno, ispirare storie di vita di uomini e donne che hanno sorpassato differenti sconfitte e trasformarle in vittorie storiche può aiutare a elaborare quella sconfitta, e non una o 2 volte, arriva prima dei grandi successi.

Come rimettersi in piedi dopo aver fallito

Abraham Lincoln è una testimonianza privo di tempo del potere ancora oggi ottimismo e della fede inflessibile. Nato da genitori poveri in una capanna di tronchi nei boschi del Kentucky, ha sorpassato le probabilità impossibili per essere non soltanto un grande uomo, ma anche una motivazione duratura per coloro che incontrano sconfitte e fermano le loro vite. Scelse di lasciare suo padre nel Kentucky e intraprendere un viaggio solitario verso luoghi strani fino a quando si stabilì a Springfield, nell’Illinois. Sebbene avesse di meno di Tre mesi di istruzione formale, intraprese un viaggio per trasformarsi in un grande avvocato. Attraverso l’autoistruzione, si è letto nel bar. Fece vari inutili tentativi al Congresso degli Stati Uniti, fallendo qualsiasi volta, finché alla fine ci riuscì. Ha perso il incarico e senza frutta ha cercato di recuperarlo. Laddove ha scoperto che non poteva giungere al Congresso, ha preferito di diventare alquanto il presidente, diventando il sedicesimo presidenti degli Stati Uniti.

Come rimettersi in piedi dopo aver fallito
Come rimettersi in piedi dopo aver fallito

Se la meravigliosa storia di Abraham Lincoln non è per te abbastanza convincente, in tal caso quella di Thomas Edison lo farà. Fu licenziato dai suoi insegnanti come ineducabile, di risultato abbandonando la classe mentre era ai suoi livelli elementari. Nondimeno, Thomas Edison non perse in nessun caso la fiducia in se stesso quando tutti gli altri lo fecero. Sapeva che era destinato a diventare un grosso inventore. Si specializzò nell’elettricità e fallì nel fare la lampadina 9999 volte. Non appena ci riuscì, la gente pensò che fosse il tipo fortunato che non aveva mai incontrato sconfitte nelle loro vite. Ha sorpreso tanti laddove ha detto che per avere successo; per prima caratteristica ha dovuto esaminare tutti i modi in cui non ha funzionato fino a laddove non sono stati lasciati solo i modi in cui avrebbe funzionato.
Se riconosci in te la giusta motivazione, ti manterrà sempre al raggiungimento dei tuoi obiettivi. Ti mostrerà la visione e l’immagine appropriata di ciò che è la vita.

Altre storie di successo di uomini e donne che hanno conquistato la sconfitta e trasformato in successo includono quella di Winston Churchill, Helen Keller, Michael Jordan, Mahatma Gandhi, e molti altri. Vuoi avere successo? Prova prova prova …

Superare la tua paura di non riuscire i tuoi clienti

Offri sessioni gratuite: una cosa che puoi fare è offrire sessioni gratuite per alcuni clienti in modo che tu possa avere un po ‘di esperienza nel coaching. Sarai in grado di istruirli senza sentirti in colpa per il fatto che ti stanno pagando, e quelle sensazioni di dubbio scompariranno lentamente quando vedrai che in realtà stai facendo la differenza.

errori
errori

Hanno un sito web professionale: la prima cosa che noterai dei professionisti in questo campo è che hanno un sito web professionale. Gli allenatori che stanno appena iniziando e stanno cercando di risparmiare denaro spesso progettano i propri strumenti usando i loro provider di hosting, o useranno una piattaforma come WordPress che rende il loro sito simile a quello di tutti gli altri.

Pensieri: i pensieri che hai sono in realtà ciò che guida quell’azione. Ad esempio, questo particolare cliente potrebbe pensare di non sapere cosa dire, e non hanno la possibilità di parlare con questa persona. Quei pensieri guidano le azioni, ma da dove vengono i pensieri?

Fai una breve sessione all’inizio: Un’altra idea è quella di mantenere le tue sessioni molto brevi, in modo che tu possa caricarne di meno, in modo da poterti bagnare i piedi con il coaching senza dover saltare con una lunga sessione di un’ora.

Quindi, hai fatto il balzo in avanti per impostare la tua pratica di coaching e mentre sei entusiasta di iniziare ad aiutare le persone a realizzare i loro sogni, sei anche piuttosto nervoso. In effetti, potresti essere così nervoso che non sei nemmeno sicuro di come incontrerai il tuo primo cliente. All’improvviso, ci sono tutte queste voci di dubbio nella tua testa, che ti dicono che non sei abbastanza bravo da istruire qualcuno, che il tuo consiglio fa schifo e che in realtà nessuno pagherà per il coaching con te, e se lo fanno, rimarranno delusi.

Significa che, se Tony Robbins sta offrendo la certificazione Tony Robbins per la formazione, avere questo certificato di addestramento avrà un sacco di peso perché ha il nome di Tony Robbins. Se si sceglie un programma di formazione che qualcuno che è ben noto e rispettato nella comunità di coaching e di auto-aiuto, scoprirà che la particolare certificazione è molto importante quando si cercano nuovi clienti e si frequentano con altri life coach.